Un’adolescente transgender ammette di aver ucciso una ragazza di 12 anni, mostrando poi il corpo su Instagram

Notizie interessanti

Una diciottenne in Pennsylvania ha dichiarato colpevole dopo aver ucciso una ragazzina di 12 anni più di un anno fa, affermano le autorità.

Ash Cooper, una donna transgender precedentemente conosciuta come Joshua Cooper,

ha dichiarato la sua colpevolezza giovedì a una serie di accuse che includono omicidio di terzo grado, possesso di strumenti del crimine e alterazione o fabbricazione di prove fisiche.

Cooper ha ucciso Morgan Connors, 12 anni, il 25 novembre del 2022 in un campeggio di roulotte nel comune di Bensalem.

Secondo documenti di tribunale ottenuti dal Bucks County Courier Times, le due amiche stavano guardando uno spettacolo su Netflix e Connors si era alzata per andare in bagno.

Dopo che l’omicidio è avvenuto, la polizia ha ricevuto una chiamata dalla madre di una conoscenza di Cooper, che ha visto il corpo di Connors in una videochiamata su Instagram.

“Dalla chiamata, gli investigatori hanno appreso che un testimone minorenne era in una videochiamata su Instagram con una conoscenza,

successivamente identificata come Cooper, che ha affermato di aver appena ucciso qualcuno”, ha descritto il comunicato stampa dell’Ufficio del Procuratore del Distretto della Contea di Bucks.

“Nella videochiamata, Cooper ha girato l’immagine video e ha mostrato le gambe e i piedi di qualcuno coperti di sangue.”

Dopo che Cooper ha chiesto alla conoscenza di aiutare a pulire e disfarsi del corpo, l’adolescente ha raccontato tutto alla madre, secondo il Courier Times.

Quando le autorità sono arrivate sul posto, hanno visto un’adolescente “uscire di corsa dal retro della roulotte”.

“Gli agenti sono entrati nella residenza e hanno osservato una giovane ragazza morta, successivamente identificata come Connors,

sul pavimento del bagno con una ferita da arma da fuoco apparente”, ha spiegato l’ufficio del procuratore distrettuale.

Il Courier Times ha riferito che i pantaloni di Cooper erano abbassati fino alle caviglie in quel momento.

“C’erano anche indicazioni che erano stati compiuti passi sostanziali per ripulire la scena del crimine.”

Successivamente, Cooper ha rivelato di aver usato la pistola di suo padre, che aveva preso da una cassaforte, per uccidere la preadolescente.

Il giudice ha condannato Cooper a 15-40 anni di prigione giovedì. Essendo maggiorenne, Cooper è anche tenuta a sottoporsi a valutazioni psicologiche e psichiatriche.

La vice procuratrice distrettuale capo Kristin M. McElroy ha letto una dichiarazione del nonno di Connors durante la sentenza, che descriveva il “dolore intenso e la rottura del cuore” che provava in seguito all’omicidio.

Valuta l'articolo
Condividi Con Gli Amici
Aggiungi un commento