La vita a due: come appaiono oggi le famose gemelle siamesi Brittany e Abigail

Gentilezza

Queste sorelle siamesi controllano ciascuna metà del corpo che condividono.

Le due gemelle sono nate l’7 marzo del 1990 nella contea di Carver, nel Minnesota.

Sono venute al mondo naturalmente, ma avevano già una particolarità: i loro corpi erano uniti in modo abbastanza raro.

Infatti, sono affette da “dicefalico parapago”, una condizione che si caratterizza per il fatto che i due corpi sono uniti, ma ciascun bambino ha la propria testa.

La loro aspettativa di vita è abbastanza bassa e i casi non sono così comuni.

Le statistiche sono chiare: si stima che ci sia circa un caso su 189.000 nascite.

E su questa piccola parte della popolazione, solo l’11% è affetto da “dicefalico parapago” – Brittany e Abby ne fanno parte.

E questo è stato solo l’inizio dei problemi per le sorelle. Poco dopo la nascita di Abby e Brittany, Patty e Mike, i loro genitori, si sono trovati già di fronte a una nuova sfida.

I loro medici li hanno messi di fronte a una possibilità: un’operazione chirurgica per cercare di separare le due ragazze.

Ciò che è importante sapere è che in passato non era possibile operare se un organo come il fegato o il rene era comune ai due bambini.

Da allora, la tecnologia e le tecniche sono progredite, anche se l’operazione è sempre rischiosa. Nessuno si aspettava che Abby e Brittany sopravvivessero più di 24 ore.

Ma ci sono riuscite e sono state inarrestabili fin da allora.

Nonostante la loro fama e le numerose prime pagine dei giornali a loro dedicate, le sorelle siamoise hanno vissuto un’infanzia quasi normale.

Certamente, col passare del tempo, hanno subito numerose operazioni chirurgiche; ma questo non ha mai minato il morale delle giovani ragazze.

A 12 anni, la crescita di Brittany si è fermata in modo abbastanza prematuro. Alla stessa età, sua sorella Abby ha dovuto sottoporsi a un’operazione per fermare la crescita della colonna vertebrale.

Inoltre, le due gemelle hanno subito numerose operazioni per correggere una scoliosi e un intervento chirurgico preventivo al torace per sollevare i loro problemi respiratori.

Se guardiamo a quello che succede dentro il corpo di Brittany e Abby, ci rendiamo conto dell’improbabilità della loro sopravvivenza.

Anche se apparententemente condividono lo stesso corpo, in realtà possiedono organi che gli sono propri:

hanno il loro cuore, i loro polmoni, il loro stomaco, i loro reni, la loro vescica biliare, la loro colonna vertebrale e la loro midollo.

Valuta l'articolo
Condividi Con Gli Amici
Aggiungi un commento